Home Rivista Archivio


Anno: 2022 Numero: 3Editoriale
SE N’È ANDATO UN ESEMPIO DI EQUILIBRIO E UMANITÀ
UN SALUTO A PIERO ANGELA

Mentre andiamo in stampa apprendiamo della scomparsa di Piero Angela,
il nostro più famoso divulgatore scientifico, a cui generazioni di giornalisti, noi compresi, si sono ispirati per svelare i misteri della natura e dell’uomo.
In questo poco spazio dell’editoriale non voglio raccontare di quello che ha realizzato con grande competenza e professionalità nella propria vita lavorativa, è noto a tutti e tutti ne parleranno a lungo. Mi soffermo, invece, su quello che Piero Angela ci ha lasciato, qualcosa di più grande, la sua figura, la sua umiltà, la sua competenza, la gentilezza e morbidezza nel porsi di fronte a noi che lo ascoltavamo e agli ospiti che intervistava. Era di quelle figure che entrano in casa perché di casa, che non si allargano, non eccedono nel mostrarsi, non partecipano smaniose di dire la propria verità alle trasmissioni più disparate.
In un’intervista rilasciata poco tempo fa Angela parlava di suo padre che gli aveva insegnato “il valore dell’onestà, il senso del dovere, il coraggio di fare le cose che si vogliono fare”. E mi permetto di aggiungere un’altra importante qualità che lo ha certamente caratterizzato in quell’incredibile carriera lunga 70 anni: l’equilibrio. Ricordo quando mia madre mi disse di tener sempre presente che l’equilibrio è fondamentale in tutto quello che si fa. Piero Angela era un uomo equilibrato, non divisivo. Non a caso finalmente la voce della politica ha lanciato messaggi all’unisono, ha rimpianto un uomo di valore in senso assoluto e non ha cercato di etichettarlo a proprio vantaggio: fatto più unico che raro.
Per Edinat, Angela è stato e resterà un alto esempio da seguire, sotto il profilo professionale e umano.
•••
Alcuni di voi ne hanno sentito parlare, ma pochi l’hanno visto, perciò al proteo abbiamo voluto dedicare la nostra copertina e un ampio articolo. Pietro Spirito, giornalista professionista e scrittore, ci racconta la storia del piccolo anfibio cieco che vive al buio, a centinaia di metri sotto terra.
•••
A David Salvatori, fotografo subacqueo con cui abbiamo avuto il piacere di collaborare, dedichiamo un servizio di 12 pagine con alcune delle fotografie che gli hanno valso premi e riconoscimenti, preludio a una fulgida carriera. Purtroppo, David è recentemente scomparso nelle acque di Favignana. Angelo Mojetta, comune amico, ne traccia un breve profilo e gli dà un ultimo saluto.
•••
Da non perdere: gli scatti dei finalisti del BioPhotoContest, il concorso fotografico dedicato ai biomi della Terra, di cui da anni la nostra rivista è media partner; l’articolo dedicato alla pinna nobilie,
il grande mollusco bivalve colpito da una moria che rischia di portarlo all’estinzione.
•••
Infine, Michele Mauri, fa sintesi sull’enorme tema dell’acqua, soprattutto in Italia. Vero è che la siccità sta facendo il suo, ma è altrettanto vero che la cecità e l’opportunismo fanno la loro parte riguardo a un argomento stranoto da decenni e che richiede un concreto cambio di passo, a partire da ciascuno di noi.
•••
Nell’attesa di leggere il numero successivo, seguiteci quotidianamente su Rivistanatura.com.

A presto.

Pietro Greppi, Direttore

 

 
 
 
 
Anno: 2022 Numero: 3Servizi natura
PROTEO
IL DRAGO DEGLI ABISSI

Quando nel 1689 fu osservato il primo esemplare di proteo in Slovenia la gente lo considerò una creatura mitologica. A distanza di più di trecento anni la scienza ha svelato qualcuno dei tanti misteri legati al curioso anfibio del mondo ipogeo.

di Pietro Spirito
 
 
 
 
Anno: 2022 Numero: 3Servizi natura
OMAGGIO A DAVID SALVATORI
IL TUO MARE

Il 3 luglio, nelle acque di Favignana, il mare si è portato via il subacqueo David Salvatori. Angelo Mojetta e La Rivista della Natura, con cui David aveva recentemente collaborato, lo ricordano attraverso alcune
sue foto tratte dal volume 5 della collana ”Scatti Sommersi“, dedicato proprio alle immagini più belle del fotografo romano.

di Angelo Mojetta
 
 
 
 
Anno: 2022 Numero: 3Servizi natura
RICERCA
L'ULTIMA NOBILE

Dal 2016 una grave mortalità di massa ha colpito Pinna nobilis, il più grande mollusco bivalve endemico del Mediterraneo. Il progetto europeo LifePinna, partito a fine 2021, farà di tutto per scongiurarne l’estinzione.

di Lorenzo Peter Castelletto
 
 
 
 
Anno: 2022 Numero: 3Servizi natura
BIOPHOTO CONTEST
SEI PER SEI

Vi presentiamo le sei immagini finaliste della nona edizione del BioPhoto Contest, il concorso fotografico dedicato ai Biomi della Terra. Sei anche le categorie in gara, per andare alla scoperta dei grandi paesaggi naturali che compongono la varietà del nostro Pianeta. Ancora sconosciuto il vincitore assoluto, nominato a ottobre durante il BioPhoto Festival.

a cura di Laura Floris
 
 
 
 
Anno: 2022 Numero: 3Ecologia / ambiente
ALL'INTERNO DEL NUMERO
LO SPECIALE NATURA ECODOSSIER

NATURA ECODOSSIER è lo speciale de La Rivista della Natura dedicato a etiche, mercati, percorsi sostenibili. Per conoscere i contenuti di questo numero clicca qui

 
 
 
 

Non perdere la Newsletter

RocketTheme Joomla Templates Adobe Creative Suite 5 Master Collection
PORTAVOCE UFFICIALE DI:
AIDAP Immagimondo
Fiera del turismo naturalistico Festival dei Gufi Genitori Anti Smog Lo spirito del pianeta Photo Eudi
Camogli international festival
Associazione Italiana Direttori e Funzionari aree protette Cittadini
per l'aria
Fiera del turismo naturalistico Festival
dei Gufi
Mobility for sustainability Lo Spirito
del Pianeta
Concorso fotografico
Top Awards 2014
Festival cinematografico sulla subacquea


2008 © Edinat - Edizioni di Natura - Milano
P. I. - C.F. 02938530132 - Cookie Policy - Informativa protezione dati e cookie - Condizioni Generali di Vendita
3MediaStudio Web DesignAntWorks - siti e software web