Home Guide


Guida alle aree protette: Puglia

Puglia 96 pagine - © Edinat - Milano

Con il 52% della superficie occupata da territorio pianeggiante, la Puglia è la regione meno montuosa d’Italia. Tuttavia, proprio tra i suoi pochi rilievi si trovano alcune delle più importanti aree protette della regione: il Parco Nazionale del Gargano e il Parco Nazionale dell’Alta Murgia. Il primo, 121 mila ettari di promontorio proteso sull’Adriatico, è un alternarsi di bianche falesie sul mare, fitte foreste che ricoprono il promontorio e lagune costiere dove è custodito più del 35% delle specie botaniche italiane. Il secondo, che comprende quasi 68 mila ettari delle Murge – l’ampio altopiano calcareo che dal basso corso dell’Ofanto giunge sino a Santa Maria di Leuca –, è una vasta area steppica dove si susseguono dolci colline punteggiate di masserie e jazzi, tra le quali si aprono alcune delle doline più profonde d’Italia. Oltre ai due parchi nazionali, il sistema delle aree protette pugliesi si compone di nove Parchi Regionali dislocati in maniera uniforme sul territorio. Si va dalla Terra delle Gravine – 28 mila ettari disposti ad arco nell’entroterra di Taranto a tutela dei suggestivi solchi che l’acqua ha scavato in milioni di anni – al Bosco e Paludi di Rauccio, 1600 ettari, di cui solo 18 ma preziosissimi, costituiscono l’antica “Foresta di Lecce”. E poi basta il nome a descrivere la bellezza della variegata costa di Porto Selvaggio, sulla quale spiccano antiche torri in pietra sorte un tempo a difesa dagli attacchi saraceni. A completare il quadro dei parchi regionali ricordiamo Bosco Incoronata, un’isola di verde tra campi coltivati e piccoli centri a Sud di Foggia; Lama Balice, caratteristica valle carsica a due passi dall'aeroporto di Bari; le Dune costiere di Torre Canne, prezioso e sempre più raro habitat di spiaggia fra Fasano e Ostuni; la Salina di Punta della Contessa, vicino a Brindisi, zona di protezione speciale per l’avifauna, qui presente con 114 specie; il Litorale di Punta Pizzo e l’Isola di Sant’Andrea, a Sud di Gallipoli, un raro mosaico di ambienti naturali in poche centinaia di ettari, arricchito da testimonianze storiche e preistoriche. Infine, la costa tra Otranto e Santa Maria di Leuca, il Tacco d’Italia, un’unica scogliera con numerose grotte in cui sono stati rinvenuti reperti paleolitici e neolitici. La Guida presenta anche altre aree protette, fra cui le Riserve Naturali Regionali e Statali, complessivamente 23, e tre Aree Marine Protette. Anche questa Guida vede il patrocinio dell’Associazione Italiana Direttori delle Aree Protette (AIDAP) e il contributo fondamentale del marchio Peugeot, particolarmente sensibile alle tematiche ambientali. Un ringraziamento va anche all’Assessorato all’Ecologia della Regione Puglia per la preziosa collaborazione fornita. Non dimenticate di consultare la Mappa allegata e come al solito: buon viaggio!



Sfoglia un estratto on-line

Non perdere la Newsletter

RocketTheme Joomla Templates Adobe Creative Suite 5 Master Collection
PORTAVOCE UFFICIALE DI:
AIDAP Immagimondo
Fiera del turismo naturalistico Festival dei Gufi Genitori Anti Smog Lo spirito del pianeta Photo Eudi
Camogli international festival
Associazione Italiana Direttori e Funzionari aree protette Cittadini
per l'aria
Fiera del turismo naturalistico Festival
dei Gufi
Mobility for sustainability Lo Spirito
del Pianeta
Concorso fotografico
Top Awards 2014
Festival cinematografico sulla subacquea


2008 © Edinat - Edizioni di Natura - Milano
P. I. - C.F. 02938530132 - Cookie Policy
3MediaStudio Web DesignAntWorks - siti e software web