Home Guide


Guida alle aree protette: Valle d'Aosta

Valle d'Aosta 64 pagine - © Edinat - Milano

La Valle d’Aosta è una regione di primati. È la più piccola d’Italia, la più montuosa (solo il 4% del suo territorio è pianeggiante) e quella meno popolata (poco più di 3mila kmq per poco meno di 127 mila abitanti). Vanta al suo interno i 4.810 metri del Monte Bianco, la cima più alta d’Europa, il cui primo tentativo di conquista nel 1786 segnò la nascita dell’alpinismo. Per noi che ci occupiamo di natura, il record più interessante è quello che riguarda l’istituzione nel 1922 del primo parco nazionale d’Italia, quello del Gran Paradiso, da cui sarebbe in seguito disceso tutto il sistema delle aree protette italiane, oggi composto da oltre 1000 siti. Gli antichi territori della Riserva di Caccia che i Savoia avevano istituito nel 1856 per scongiurare l’estinzione dello stambecco furono donati nel 1919 da Vittorio Emanuele III allo Stato Italiano con la precisa volontà che vi si creasse un’area protetta. Nacque così il più famoso dei nostri parchi. Gli oltre 70 mila ettari della sua superficie (di cui quasi la metà ricadono in Piemonte) si estendono tra i monti a Sud di Aosta in un ambiente prettamente alpino, costellato di boschi di larici e abeti, vaste praterie alpine, rocce, ghiacciai e una fitta rete di mulattiere che ricorda l’antica vocazione venatoria di questi luoghi. Quella del Gran Paradiso non è, tuttavia, l’unica area protetta della Valle d’Aosta, che vanta anche un parco regionale, quello del Mont Avic, nove riserve naturali, quattro giardini botanici, dieci geositi, due giardini rocciosi. Nel Parco regionale del Mont Avic, quasi 6mila ettari confinanti con il Gran Paradiso, è ospitata la più ampia foresta di pino uncinato della regione, mentre le nove riserve naturali, quasi tutte di modesta estensione, tutelano biotopi di elevato valore naturalistico come torbiere, laghi alpini e stagni. I giardini botanici sono una mirabile sintesi del tesoro floristico valdostano, mentre i geositi tutelano luoghi interessanti da un punto di vista geomorfologico. A queste aree vanno poi ad aggiungersi i 28 siti della Rete Natura 2000, di cui 5 ZPS, portando a 30% la percentuale di  territorio tutelato dalla Regione Valle d’Aosta. Prima di lasciarvi al viaggio, un doveroso ringraziamento va a Peugeot Automobili Italia, partner storico di questa collana di guide, che compensa la CO2prodotta per la realizzazione di quest’opera riforestando e tutelando un’area boschiva nel Parco del Ticino.



Sfoglia un estratto on-line

Non perdere la Newsletter

RocketTheme Joomla Templates Adobe Creative Suite 5 Master Collection
PORTAVOCE UFFICIALE DI:
AIDAP Immagimondo
Fiera del turismo naturalistico Festival dei Gufi Genitori Anti Smog Lo spirito del pianeta Photo Eudi
Camogli international festival
Associazione Italiana Direttori e Funzionari aree protette Cittadini
per l'aria
Fiera del turismo naturalistico Festival
dei Gufi
Mobility for sustainability Lo Spirito
del Pianeta
Concorso fotografico
Top Awards 2014
Festival cinematografico sulla subacquea


2008 © Edinat - Edizioni di Natura - Milano
P. I. - C.F. 02938530132 - Cookie Policy
3MediaStudio Web DesignAntWorks - siti e software web